In Evidenza, Politica

Galleria Presidio in solidarietà agli italiani che combattono l’Isis

flash-mob-davanti-palazzo-moroni-12gen19

 

La procura di Torino ha chiesto la sorveglianza speciale e il divieto di dimora a Torino per 5 compagne/i che a vario titolo sono stati in Siria in questi anni.

Alcuni hanno la “colpa” di aver informato su quello che succedeva lì, ad esempio durante l’attacco turco ad Afrin, altri hanno la “colpa” di aver combattuto con le YPG e le YPJ contro l’Isis nelle campagne che hanno portato alla liberazione di tutte le città e i territori della Siria occupati dal sedicente Califfato di Al Bagdadi tranne un’ultima piccola area ai confini con l’Iraq. Hanno partecipato a battaglie durissime, casa per casa nelle città dove il Califfato governava le popolazioni con esecuzioni di massa e con un controllo spietato sulla vita quotidiana di donne e uomini costretti a vivere sotto il suo dominio. Tra le città liberate anche Raqqa, la cosiddetta capitale del terrore jaidista, la città in cui sono stati programmati gli attentati in Europa, che hanno fatto centinaia di vittime, compresi quelli di Parigi e del Bataclan. Hanno combattuto l’Isis con centinaia di altre/i curdi e internazionalisti provenienti da ogni continente per riportare speranza e libertà nel Medioriente devastato dalle guerre alimentate dai nazionalismi, dai settarismi etnici e religiosi, e dagli interessi dei piccoli e grandi stati del Medioriente e delle potenze mondiali. Hanno combattuto contro la principale minaccia alla vita e alla sicurezza delle stesse cittadine e cittadini europei, mettendo a repentaglio la loro stessa vita.

È inaccettabile, incredibile, profondamente ingiusto che la procura di Torino, con un formidabile rovesciamento della realtà, consideri pericoloso chi ha avuto il coraggio di combattere contro l’Isis per gli stessi valori di pace, di libertà, di uguaglianza e di democrazia che sono scritti nella nostra stessa costituzione.

Sabato 12 gennaio dalle ore 12.00 alle 13.00 saremo in piazza davanti a Palazzo Moroni in solidarietà con le compagne e i compagni di Torino che hanno combattuto in Siria contro l’Isis.

#Padova #SupportYPG

#Ypg #Ypj

#FckISIS

View Fullscreen

Lascia un commento al post